DISPRASSIA

È un disturbo evolutivo della coordinazione motoria che comporta un’alterazione dello sviluppo degli apprendimenti gestuali.

Il bambino con diprassia incontra difficoltà nel compiere movimenti, coordinati nel tempo e nello spazio, con l’obiettivo di realizzare un’azione finalizzata (ad es. allacciarsi le scarpe, abbottonarsi, disegnare, vestirsi, giocare a palla).

Come si manifesta:

  • Ritardo nel raggiungimento delle tappe dello sviluppo motorio (passaggio alla posizione seduta, gattonamento, deambulazione);
  • Goffaggine nei movimenti: questi bambini risultano impacciati, lenti e scoordinati;
  • Scarse capacità sportive;

Si pone diagnosi di disprassia:

  • in assenza di patologia organica (come paralisi motoria, emiplegia o distrofia muscolare);
  • in assenza di deficit mentale e/o di turbe psichiche;
  • quando le prestazioni inadeguate del bambino interferiscono in maniera significativa con i risultati scolastici o con le attività della vita quotidiana.

Torna all’area di intervento principale