Lo studio offre valutazioni psicodiagnostiche all’interno di percorsi valutativi in funzione di diverse finalità.

All’interno del contesto clinico la diagnosi funge da guida ai fini della fattibilità di un trattamento. L’inquadramento psicodiagnostico, attraverso modalità e strumenti specifici, si configura come la possibilità di raccogliere informazioni e prendere decisioni orientate per l’efficacia del trattamento del paziente. La valutazione psicodiagnostica, focalizzandosi su aspetti sintomatologici e/o personologici, è essenziale per organizzare l’intervento clinico, la scelta del terapeuta e condividere il piano terapeutico con il paziente

– Ottenimento certificazioni D.S.A. (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) valide ai fini scolastici. L’equipe InternaMente comprende al suo interno professionisti iscritti agli elenchi dei soggetti autorizzati dall’ATS Città Metropolitana di Milano a rilasciare questo tipo di certificazione.

In ambito forense, la valutazione psicodiagnostica, permette una valutazione globale del funzionamento personologico e può essere richiesta per accertare le condizioni psichiche all’interno di procedimenti giuridici

La diagnosi non deve essere vista come un’etichetta che si appone al paziente, bensì una descrizione dinamica della sua modalità di funzionamento.

La valutazione psicodiagnostica si avvale di differenti test (proiettivi e cognitivi), quali strumenti efficaci per la comprensione di diverse sintomatologie, funzionamenti mentali e aspetti psicologici.